Facile e veloce
3 aprile 2014

RC Auto: il risparmio delle compagnie straniere

assicuroAbbiamo visto come le assicurazioni italiane siano le più care d'Europa. La soluzione che consigliamo sempre, per risparmiare, è quella di utilizzare i comparatori di prezzo. Essi consentono infatti di individuare la polizza più adatta alle proprie esigenze e contemporaneamente più economica.

Di recente, sul web si parla molto anche delle compagnie assicurative straniere. Per essere precisi, il settore assicurativo è stato liberalizzato da una direttiva del lontano 1976, permettendo alle assicurazioni estere di arrivare nel nostro Paese. Da allora, dopo attente analisi del mercato italiano, queste sono state presenti con proposte ad hocpiù vantaggiose rispetto alle compagnie italiane.

Si calcola che, ad oggi, il 30% dei premi assicurativi pagati in Italia viene incassato dai gruppi stranieri. La domanda che molti si pongono é come mai, nonostante la loro convenienza, le compagnie estere non abbiano preso piede nel nostro Paese. Secondo alcuni, è a causa dei presunti "cartelli" tra le nostre assicurazioni, che si accorderebbero per mantenere elevati i prezzi delle polizze ed eliminare la concorrenza.

Naturalmente, prima di assicurare la propria auto con una compagnia straniera, è bene verificare che essa sia riconosciuta dalla legge italiana. Per farlo, basta andare sul sito di ANIA, Associazione Nazionale Impresa di Assicurazione, e controllare se l'assicurazione scelta è nell'elenco di quelle autorizzate.

Al momento, le compagnie estere riconosciute sono 71 (per il 38% inglesi, per il 15% francesi e per il 14% tedesche). Per la precisione, 14 operano nel ramo vita, 52 nel ramo danni e 5 nel multi-rami. La più conosciuta è senza dubbio Allianz, diventata il secondo gruppo in Italia dopo Generali.